| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Files spread between Dropbox, Google Drive, Gmail, Slack, and more? Dokkio, a new product from the PBworks team, integrates and organizes them for you. Try it for free today.

View
 

Vicia cracca - Veccia montanina

Page history last edited by Tommaso 9 years, 4 months ago

 

Famiglia 

Fabaceae 

Genere 

Vicia

Specie 

Vicia cracca L. 

 

 

 

 

  

Questa pagina è un abbozzo, aiutaci ad arricchirla!

 

 Nome comune

  • Veccia montanina (Italia)

 

 Distribuzione 

  • Originaria dell'Europa e dell'Asia (tipo corologico Eurasiatico), spontanea in Italia e presente in tutto il territorio a eccezione di Sicilia e Sardegna. Cresce sia in pianura che in collina e può raggiungere quote fino a 1500 m s.l.m.. 

 

 Morfologia 

  • Specie erbacea perenne (forma biologica Emicriptofita), con gemme poste a livello del suolo. Altezza variabile tra 20 e 120 cm. Il fusto può presentarsi glabro oppure è provvisto di peli sparsi. Generalmente è ascendente, ma può essere rampicante.
  • Foglie paripennate, formate da 5-15 paia di foglioline, ognuna di forma lanceolata e lunghe da 1 a 3 cm con la presenza di un viticcio terminale. Presentano peli sparsi sulla pagina superiore.
  • I singoli fiori sono riuniti in racemi terminali, di colore blu-violetto. Hanno una lunghezza di 1-2 cm e si riuniscono a gruppi di 5-40 lungo grappoli unilaterali.  
  • I frutti sono legumi penduli, glabri e lunghi circa 2,5 cm. Ognuno contiene da 2 a 8 semi. 

 

 Ecologia 

  • Specie autoctona italiana, presente nei tagli a raso forestali, nelle radure, lungo le strade forestali e di campagna, nei prati e pascoli mesofili e igrofili. Si ritrova spesso ai margini erbacei dei boschi e negli arbusteti meso-termofili. Può essere presente nei megaforbieti e nei popolamenti a felci, nei boschi di conifere (pinete e gineprai) e di latifoglie (carpineti, querceti mesofili, betuleti e ostrieti termofili). Pianta di suoli mediamente umidi, poco acidi (pH 4.5-7.5) e con quantità medie di nutrienti. Predilige esposizioni soleggiate, ma resiste anche in zone più ombrose.

 

 Fenologia 

  • Fioritura compresa tra maggio e agosto.

 

 Gen
Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov

Dic

 

 Coltivazione 

  • Specie coltivata prettamente a scopo foraggero, utilizzata nell’alimentazione del bestiame. Un tempo veniva usata come pianta mellifera e come erba officinale.  

 

 Usi e Curiosità

  • [inserire informazioni su usi, applicazioni e curiosità relativi alla specie]

 

 Avvistamenti

  • [inserire i luoghi in cui sono presenti esemplari della specie]

 

 Tutela e Valorizzazione

  • [inserire enti ed istituzioni che "adottano" la specie]

 

 Links e Riferimenti Bibliografici

  • Konrad Lauber & Gerhart Wagner, 2007. Flora Helvetica (Flore illustrée de Suisse)

  • Aeschimann D.E. et al, 2004. Flora Alpina

  • Pignatti Sandro, 2003. Flora D'Italia 


Torna al Regno Plantae

Torna alla homepage Biodiversipedia

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.