| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Specie rare in un contesto Comune

Page history last edited by SteD'Ale 8 years, 2 months ago

 

Specie rare in un contesto Comune

 

 

 

Tipologia 

Il sistema ideato è di due tipi: un database per la raccolta e l'archiviazione di dati, e un software legato strettamente al database che permette di visualizzare i dati in una forma più accattivante attraverso l'utilizzo di un pannello interattivo touch screen.

 

 Finalità 

L'idea è quella di sensibilizzare la popolazione del comune nella scoperta della biodiversità presente nel territorio; in questo caso si tratta in maniera specifica delle essenze arboree rare.

 

 

 Premessa

  • All’interno del piano ambientale del mio comune di appartenenza è stato approvato un regolamento che, appunto, regolamenta i comportamenti verso le essenze arboree di pregio in ambito privato e pubblico ovvero nei confronti di tutte le piante con un particolare valore dovuto alla loro rarità, alla loro collocazione, alla loro età o alla loro storia. Questi arbusti dovranno essere tenuti monitorati, essere potati in un certo modo, non danneggiati ne tagliati.  
  • Prima di poter mettere in atto un regolamento, i cittadini dovrebbero però venire a conoscenza di quali sono veramente queste “essenze arboree” e ciò implica da parte dell’amministrazione un lavoro di ricerca e censimento delle stesse, sottostando a certi parametri.
  • Successivamente questo elenco di dati raccolti in un database (ecco dove entra in gioco il progetto di realtà aumentata) verrà messo a conoscenza dei cittadini attraverso confernze e pubblicazioni sul giornale periodico atto all’informazione pubblica delle attività amministrative. Ecco io ho immaginato prima di tutto il funzionamento del database di racccolta dei dati e in secondo luogo anche un metodo a mio parere più efficace per rendere la popolazione cosciente della biodiversità che la circonda.
  • Ho pensato questo progetto applicato al comune in cui abito (6000 abitanti) in cui è difficile trovare le risorse necessarie; però anche in una grande città non si trovano così tante specie interessanti (secondo me). Comunque se ogni paese si interessasse di fare una cosa del genere sarebbe una buona cosa: ovunque vai puoi sapere cosa c'è di naturale e particolare al tempo stesso, da poter andare a vedere. 

 

 Descrizione del sistema

  • La descrizione del database non saprei cosa comporta, alla fine me lo sono immaginato come un grande archivio informatico, dove ogni albero di pregio è catalogato in base al nome in una cartella dove viene descritto: 1- dal punto di vista fisico: altezza, colore delle foglie e dei frutti, tipologia di pianta (arbusto, albero, erba, rampicante etc.); 2- dal punto di vista scientifico: nome scientifico, classificazione, eta, vari dati sull'habitat naturale in cui cresce spontaneamente quella specie, caratteristiche sul tipo di riproduzione ...; 3- dal punto di vista geografico: posizione, collocazione (giardino pubblico o privato); 4- dal punto di vista della storia: se la pianta in considerazione ha avuto un ruolo particolare in qualche vicenda o leggenda di paese; 5- dal punto di vista del comportamento da mantenere: potatura, attenzioni particolari da riservare riguardo all'esposizione alla luce, al tipo di terreno etc.;
  • É chiaro che un sistema del genere è poco pratico per la divulgazione alla popolazione di tutto il lavoro di ricerca e catalogazione da parte degli addetti comunali al censimento, in quanto risulta essere a mio parere poco appetibile ed interessante alla gente comune che per vedere quali sono le piante rare ed interessanti del suo territorio dovrebbe accedere ad internet e collegarsi ad uno specifico portale dove scegliere le cartelle da guardare.
  • Per ovviare a questo problema ho pensato che oltre alla creazione di un portale in internet e del database, per invogliare la gente a scoprire quante specie di piante sconosciute ci sono nel proprio paese, si potrebbe inventare una specie di mappa delle essenze di pregio che funzionerebbe tipo "Street view" di Google maps solo ristretta al territorio comunale, e con evidenziati i siti di interesse dove trovare alberi particolari,
  • Questa applicazione andrebbe poi messa a disposizione della comunità attraverso pannelli  tipo touch screen in posti frequentati del paese, così da rendere la scoperta più interessante. 

 

 Come funziona

  • Considero la "visita" del database in rete poco accattivante però potrebbe funzionare come una vera e propria biblioteca virtuale, con le cartelle degli alberi impilate in una specie di libreria. In ogni cartella si trovano tutte le informazioni sopra citate, sotto forma di pagine di un fascicolo da far scorrere, arricchite da fotografie delle piante stesse. All'utente interessato basta cliccare la cartella desiderata e scorrere la pagine. un fatto negativo della presentazione attraverso questo tipo di database è che non fa rendere realmente conto le persone della vicinanza di questi arbusti di pregio e di conseguenza anche della biodiversità presente sul territorio.
  • Al contrario utilizzare lo schermo touch screen rende, a mio parere più immediata la percezione delle piante di elevato interesse naturalistico anche perché secondo la mia idea il software dovrebbe rendere possibile una vera e propria passeggiata virtuale per le strade del paese e mettere in risalto i luoghi dove le specie rare si trovano. Dalla schermata della "passeggiata" si aprirebbero poi delle schede molto simili a quelle del database sopracitato (per aprirle basta premere i link indicati sullo schermo interattivo) che riportano i dati salienti riguardanti l'arbusto desiderato. 

 

Allego degli esempi di "scheda" del database e di "presentazione interattiva":

 

Torna a Realtà Aumentata

Torna alla homepage Biodiversipedia

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.